Pagella per il Mondiale di sci a Schladming

schladming-bigliettiIl Modiale di Shladming del 2013 è stato un evento. Le nostre pagelle (con voti dal basso verso l’alto è questa):

4: Alla RAI che ha tagliato le medaglie, un buon numero di atleti e l’inaugurazione.

5: Alla squadra italiana: non tanto per le poche medaglie (che comunque sono arrivate), quanto per il brutto spettacolo offerto nel team event. Battuti alla prima eliminazione per, decisamente, scarso impegno.

5: Alla FIS, che ha fatto correre la prova di Super G femminile il primo giorno senza che ci fossero le condizioni di sicurezza adatte: l’infortunio della Vonn ne è emblema.

6: Alla squadra austriaca che ha evitato l’insufficienza grazie al Team Event, o meglio a Marcel Hirsher che ha trascinato il team alla vittoria. Tutta sua la vittoria nello speciale di domenica 17.

7: Alla squadra tedesca e quella svedese che hanno dato spettacolo con tutto l’agonismo necessario in un evento così!

7 e mezzo: alla squadra francese per i suoi campioni di oggi e di domani.

8: alla regia austriaca (ORF) che ha dato immaggini eccezionali!

10: Al Team USA che nonostante avesse perso la sua stella di punta (Lindey Vonn) ha vinto il medagliere e dato spettacolo con Ted Ligety e la giovane promessa Shiffrin (appena 17 anni). Da segnalare che è la prima volta che una nazione non europea vince il medagliere mondiale.

 

***

E’ stato bello raccontarvi i Mondiali, è stato bello guardarli, è stato bellissimo emozionarsi. Adesso si torna alla Coppa Del Mondo, la Coppa Europa e soprattutto al nostro amato sci tutte le volte che vogliamo sulle nostre montagne! Ci vediamo sulle piste…

Annunci

Speciale maschile: oro per Marcel Hirsher

SKI ALPIN - FIS Ski WM 2013, Slalom, HerrenOro, oro, oro! Marcel Hirsher alza la bandiera Austriaca in casa ed è il delirio per i tifosi nel parterre della Planai. Alla prova di slalom speciale (quella conclusiva) è Marcel Hirsher a vincere, segue Neureuther e terzo Mario Matt. Gli italiani conquistano l’undicesimo posto con Gross. Questa la classifica finale.

Classifica-finale-Slalom-Speciale-Maschile-Schladming-2013

Slalom femminile, ancora oro americano!

mikelaAncora oro per gli Stati Uniti, protagonista di oggi Mikaela Shiffrin (nella foto che piange incredula) con una gara straordinaria.  Ad appena 17 anni ha conquistato la medaglia d’oro in slalom ai Mondiali di sci di Schladming. La statunitense, che quest’anno è esplosa con tre vittorie, le prime, in Coppa del mondo, ha preceduto l’austriaca Kirchgasser e la svedese Hansdotter. Così così le azzurre: la Curtoni è uscita nella prima manche dopo 5 porte, mentre la Costazza è arrivata 14.esima, la Moelgg 25.esima.

Ted Ligety, leader of the Championship!

tedTed Ligety è stato un alieno come sempre in questa stagione, ed ha dato l’ennesima lezione di Slalom Gigante a tutti gli altri, anche all’eroe di casa Marcel Hirscher. Ottimo il terzo posto di Manfred Moelgg che ha confermato il suo grande stato di forma. Questa la classifica finale:

Schermata-02-2456339-alle-14.34.28-586x253

Gigante femminile: oro per la Francia!

Schermata-2013-02-14-alle-14.34.59-586x324

Oro alla francese Tessa Worley con un tempo di 2:08.06, -1.12 rispetto alla slovena Tina Maze che prende l’argento, mentre il bronzo è dell’austriaca Anna Fenninger.
Le italiane Manuela Moelgg e Irene Curtoni chiudono rispettivamente all’11° (con la Rebensburg) e al 14° posto.

Ecco la classifica finale:

Schermata-2013-02-14-alle-14.39.02-586x675

Das Goldene Team: primo oro per l’Austria

SKI ALPIN - FIS Ski WM 2013, TeambewerbPrimo oro per la squadra d’oro austriaca, niente da fare per gli avversari: sbaragliati senza pietà. L’Austria festeggia il primo oro dopo un avvio di mondiale incerto. Irresistibile Marcel Hirscher che sembrava avere un motore turbo sotto sci! Nella foto: Michaela Kirchgasser, Niki Hosp, Carmen Thalmann, Marcel Mathis, Philipp Schörghofer e Marcel Hirscher. Argento per la Svezia e bronzo per il Canada. Italia fuori subito. Un parallelo segnato dalla spettacolarità ma anche per la pericolosità: brivido per il tedesco Dopfer investito dal suo avversario (caduto) in scivolata con lo sci teso, per fortuna non è successo nulla!

Ancora oro per Ligety nella supercombinata

Ancora oro per Ligety (USA), che batte Kostelic (il favorito) e arriva anche la prima medaglia per l’Austria con Baumann. Gara mozzafiato sia per Baumann che per Ligety, molto controllato Kostelic (CRO) che avrebbe potuto fare di più! Gli italiani sono stati invece battuti dallo slalom per le inforcate o le uscite. Appuntamento al 14 per il gigante femminile.

Discesa libera femminile, altro argento per l’Italia!

fanchini E’ Nadia Fanchini la protagonista del giorno per l’Italia, a soli sedici centesimi di secondo dall’oro (alla francese Marrion Roland) ha vinto la seconda medaglia per l’Italia. Bronzo per la fortissima tedesca Marie Hoefl-Riesch che sale sul podio per la seconda volta in due giorni. Settima la fortissima Maze, mentre la sorella di Nadia Fanchini, Elena, si è posizionata al 9 posto. Da segnalare il 16 posto di Lara Gut. Oggi condizioni ideali per la discesa: sole e temperatura -11, neve compatta e ghiacciata!

Discesa maschile: vince Svindal, prima medaglia italiana

img1024-700_dettaglio2_Dominik-Paris

Come da pronostico Svindal (Norvegia) ha dominato la discesa libera maschile ai mondiali di Schladiming. Reduce dal successo di Kitzbuel, con 46 centesimi di ritardo, ha vinto l’argento l’azzurro Dominik Paris (che si conferma nell’olimpo degli uomini jet), terzo il francese Poisson. La gara si è svolta con cielo coperto e temperatura non troppo bassa (-5). Un motivo in più per festeggiare l’argento visto che non sono le condizioni ideali per via della visibilità e la neve non troppo dura per il discesista italiano. Al dodicesimo posto l’altro azzurro Peter Fill, quattordicesimo per Innerhofer e sedicesimo per Werner Heel. Non resta che attendere la discesa di lunedi della supercombinata!

Supercombinata femminile: Vince Maria Hoefl-Riesch

Si aggiudica il titolo mondiale in questa disciplina una delle favorite alla vigilia di questo mondiale, contro la tedesca nulla ha potuto Tina Maze (slovena, già vincitrice del titolo in Super G), bronzo per la Hosp (Austria). Da segnalare l’ottima prova della nostra Goggia che ha saputo tenere testa, seppure senza podio, alle migliori del mondo sia nella discesa sia nello slalom.