Primi fiocchi al centro Italia

Domenica e Lunedì primi fiocchi di neve a Campo Imperatore, l’inverno sembra voler bussare alle porte. Insomma non resta che preparare l’attrezzatura e lasciare che il nostro amato ospite “Sig. Inverno” si metta seduto in tutte le stazioni sciistiche del centro Italia!

Martedi 30 ottobre a L’Aquila la temperatura scenderà probabilmente a zero gradi… saremo li a verificare di persona!

Consulta il meteo della Provincia di L’Aquila!

Inverno freddo/inverno caldo: le stime 2012/2013

La scorsa estate sono state pubblicate in America delle previsioni circa l’inverno 2012/2013. Queste previsioni a lunghissimo termine sostengono (con sicurezza) che i prossimi inverni, a partire dal 2012-2013 potrebbero risultare molto freddi, a livello di quelli degli anni settanta. Una Niña molto forte, la PDO tornata negativa e la ripresa dell’attività vulcanica artica sarebbero alla base di queste estrapolazioni. In particolare la motivazione principale andrebbe ricercata nel ciclo della PDO (Pacific Decadal Oscillation), che è rimasta nella fase ”Hot” dalla fine degli anni ’70 fino a pochi mesi or sono, anni in cui hanno dominato gli eventi di polarità opposta dovuti a “El Niño”, ed il pianeta ha quindi mostrato una significativa tendenza verso una fase calda. A partire da questo inverno La Niña è destinata a dominare con alta probabilità di inverni molto freddi, così come era capitato negli anni ‘70. Le altre variabili “naturali” come un ciclo solare molto debole e la ripresa dell’attività vulcanica artica potrebbero determinare una ulteriore energica spinta verso questa linea di tendenza. A queste considerazioni iniziali bisogna appaiare altre deduzioni. La bassa incidenza di precipitazioni sul centro-nord del nostro paese di questa estate, escludendo il meridione colpito da depressioni mediterranee, è stato solo il preambolo per una crescita esponenziale di fenomeni meteorologici estremi; ricordando che questa estate è stata nel complesso molto calda, con brevi periodi perturbati, questo dovrebbe favorire a partire dall’Autunno, fenomeni anche incipienti, che per il prossimo inverno daranno origine a precipitazioni dominanti e persistenti. Infine,  il QBO e l’AMO  in territorio negativo per il prossimo autunno e inverno 2012-2013, una Enso e una PDO tra il neutro e il negativo; conseguentemente  l’AO e la Nao in tendenza negativa.

In sintesi:  L’inverno 2012-2013 sarà freddissimo; Le precipitazioni sul Nord Italia saranno, con alta probabilità, molto abbondanti.

Ecco delle stime:

Ottobre: Da metà mese brusco calo delle temperature e prime nevicate “in quota”.

Novembre: Già da inizio mese nevicate sulle montagne di tutto il Nord Italia, in particolare nei territori dell’Ovest. Scarsa probabilità di nevicate in pianura.

Dicembre: Nevicate non troppo abbondanti, sia ad alte che a basse quote sino a fine mese, ma freddo in costante ascesa.

Da Gennaio a Marzo: Neve e Freddo ai massimi livelli, per la gioia di tutti gli Snowboarders e Sciatori!!!

Nella speranza che arrivi in fretta questo Inverno 2012-2013 ci auguriamo tanta neve, senza però creare danni al traffico e l’agricoltura!